You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

VALUTARE LA REAZIONE

  • Tempo di reazione
  • Insorgenza di sintomi cutanei
  • Compromissione apparato respiratorio (dispnea, asma)
  • O apparato circolatorio (ipotensione)
  • Sintomi gastrointestinali (vomito, diarrea)
  • Interessamento del sistema nervoso (mancanza di “presenza”)


REAZIONE LIEVE

  • Sintomi cutanei lievi, no difficoltà respiratoria (alcuni starnuti)
  • Attivare la procedura di emergenza interna e chiamare il 118
  • Somministrare quanto descritto nel piano terapeutico (tipicamente antistaminici e cortisonici orali)
  • Contattare la famiglia
  • Non lasciare mai solo il bambino e predisporsi a somministrare l’adrenalina se la reazione si aggravi


  • REAZIONE MODERATA o GRAVE

    • Sintomi acuti, difficoltà respiratoria (attenzione a respirare), più apparati coinvolti
    • Attivare la procedura interna e chiamare il 118
    • Somministrare l’adrenalina, se necessario applicare BLS
    • Non lasciare solo il bambino


    Se una persona sta avendo una reazione di anafilassi, è di fondamentale importanza fornire ai soccorritori del 118 (112) il maggior numero di informazioni corrette. In seguito, su una scheda scaricabile, si riportano i consigli per rendere più efficace la telefonata da effettuare in caso di reazione anafilattica.


    Clicca qui per scaricare il PDF del Promemoria della telefonata al 118

    Clicca qui per scaricare il PDF del Programma Gestione Anafilassi a Scuola